Apparati e sistemi del corpo umano - Studentville
Apparati e sistemi del corpo umano - Studentville
Quali sono gli apparati e sistemi di cui è fatto il nostro corpo? A cosa servono? Il corpo umano è formato da milioni di cellule che ne formano l’intera struttura.

La bile è prodotta di continuo dal Fegato la più grande ghiandola del nostro corpo. Così modificato, il chimo si muta in un liquido denso e filante di colorito lattescente, che prende il nome di chilo. La parte sottoperitoneale è in rapporto con il trigono vescicale, con la faccia posteriore della prostata, con i condotti deferenti delle vescichette seminali. Esso ha una struttura che ricorda da vicino quella delle ghiandole salivari, tanto da essere chiamato la ghiandola salivare dell'addome. Il colon iliaco decorre dalla cresta iliaca sinistra fino al margine mediale del muscolo grande psoas, formando una curva con la concavità volta in alto e medialmente.

Questo succo contiene numerose sostanze, fra cui fondamentali sono, oltre all'acqua, l'acido cloridrico e 3 enzimi: la pepsina, la chimosina e la lipasi. Ha una forma a grappolo, e i suoi acini sono forniti di sottili canali dentro i quali versano il prodotto della loro attività che è appunto il succo pancreatico. Decorre quasi verticalmente, dal basso verso l’alto e dall’avanti all’indietro, a partire dal cieco fino alla flessura destra. La parte superiore é breve e mobile e presenta nella sua parte iniziale una dilatazione detta bulbo duodenale. Lì vengono assorbiti gli zuccheri e le sostanze più concentrate, invece in quello crasso le sostanze liquide.

L’orifizio anale si trova nel perineo posteriore, 3 centimetri circa davanti al coccige. Sono piccoli ammassi di cellule disseminati nella compagine del tessuto ghiandolare acinoso. Tutta la superficie interna presenta una quantità notevole di minute rilevatezze digitiformi della mucosa, chiamati villi intestinali. I mezzi di fissità del pancreas sono rappresentati dal duodeno che accoglie la testa, dal peritoneo parietale posteriore che lo ricopre anteriormente e lo mantiene aderente alla parete posteriore dell’addome, dagli organi retrostanti e infine dal legamento pancreaticolienale che ne fissa la coda all’ileo della milza. Tali canalini confluiscono in condotti di calibro sempre maggiore fino ad arrivare alla formazione del dotto pancreatico principale che si estende dall'estremità sinistra all'estremità destra del pancreas, percorrendone l'asse. Le anse del tenue sono coperte in avanti e lateralmente dal grande omento e sono in rapporto con il peritoneo della parete anterolaterale dell’addome. La parotide, quella maggiore, si trova nella mandibola, vicino all'orecchio, in una infossatura detta "logia parotidea". Il succo pancreatico ha l'azione più energica di ogni altra nel processo digestivo e agisce su tutti i princìpi alimentari. Il tubo digerente è costituito da 3 tonache o strati di tessuto: uno interno epiteliale (endoderma), detto mucosa, il quale ne tappezza il lume, uno medio muscolare (mesoderma), costituito da tessuto muscolare liscio, dal quale dipendono le contrazioni peristaltiche (quelle che, propagandosi "a onda" lungo il tubo, spingono il lobo alimentare nella cavità enterica) e uno esterno connettivale (ectoderma), che svolge funzioni di sostegno e provvede al nutrimento della mucosa. I processi di idrolisi dei polimeri, che richiedono l'intervento di numerosi enzimi specifici, costituiscono la digestione.



Apparato circolatorio - Organi e funzioni - Skuola.net
L'apparato circolatorio è formato dal cuore che pompa il sangue in un complesso sistema di vasi sanguigni, suddivisi in arterie, vene e capillari.Le arterie ... L'apparato respiratorio umano riassunto Corso di Primo Soccorso Introduzione all’anatomia e ...1 Introduzione all’anatomia e fisiologia del corpo umano Corso di Primo Soccorso Corso di Primo Soccorso Definizione • Anatomia come è fatto il corpo umano

E' la principale fonte di calore per l'organismo a causa degli intensi processi ossidativi di cui è sede. Per realizzare il movimento progressivo della massa alimentare ingerita e per eliminare i residui è necessaria una serie di contrazioni del complesso di tuniche muscolari, longitudinali e circolari, che si estendono dall'esofago all'intestino retto. E ciò avviene anche perché nel duodeno l'acidità del chimo è neutralizzata a opera di sostanze alcaline (bile e succo pancreatico). Per esempio le proteine vengono denaturate in composti ammoniacali con sviluppo di gas come idrogeno, metano e altri; i carboidrati danno origine ad acidi come il lattico e butirrico. Inoltre regola il ricambio dell'acqua e rende innocue molte sostanze tossiche.

La parte degli alimenti non assorbita dall'ileo passa nell'intestino crasso, a cominciare dal cieco. Le anse del tenue sono coperte in avanti e lateralmente dal grande omento e sono in rapporto con il peritoneo della parete anterolaterale dell’addome. Si trova nell’ipocondrio sinistro ad un livello superiore a quello della flessura epatica. I movimenti peristaltici sono soprattutto contrazioni ad anello che si propagano da un estremo all'altro del condotto, determinando la progressione del suo contenuto dall'estremità iniziale a quella finale. La tonaca mucosa, nella regione delle colonne rettali mantiene i caratteri strutturali della mucosa del crasso.

Tali contrazioni, prevalentemente peristaltiche, costituiscono l'azione meccanica della digestione. La componente esocrina presenta una struttura alquanto simile a quella della parotide, si tratta cioé di una ghiandola tubuloacinosa composta a secrezione sierosa. Come negli altri tratti del tubo intestinale (escluso il retto) il crasso riceve il sangue dall'arteria mesenterica (un ramo dell'aorta) e lo distribuisce fino alla confluenza della vena porta. La parte superiore é in rapporto: anteriormente e in alto con il lobo quadrato del fegato e con il collo della cistifellea. Lì vengono assorbiti gli zuccheri e le sostanze più concentrate, invece in quello crasso le sostanze liquide. Così modificato, il chimo si muta in un liquido denso e filante di colorito lattescente, che prende il nome di chilo. Nella parte discendente troviamo inoltre la piega longitudinale e le papille duodenali: maggiore e minore. L'esofago termina con l'estremità inferiore nello stomaco mediante un orificio circolare detto cardias. La superficie esterna del colon pelvico si presenta più liscia dei tratti precedenti in quanto le gibbosità ed i solchi si fanno meno accentuati.


  • colchicine nombre commercial y generico do viagra
  • conquistare uomo cancro ascendente bilancia
  • i don't turn him on needs viagra
  • methazolamide generic nexium
  • petjades viagra
  • viagra dose 200 mg
  • tori viagra
  • opana 20 mg er generic nexium
  • levitra wikipedia deutsch encyclopedia
  • codealike alternatives to viagra